La Monaco sempreverde di Claude Gauthier

Seguici sui social network

Claude Gauthier: il passato e il futuro nel quadro "Domaine de la Condamine"
©D.R.

Claude Gauthier dipinge, “fotografa” ed immagina scenari passati, presenti e futuri del Principato di Monaco. Un Paese sempre colorato, sempre affollato di piante verdi e fiori, moderno ed antico nello stesso tempo, popolato di grattacieli imponenti come la Tour Odéon, e di piccole stradine, carrugi, del quartiere della Rocca.

L’artista monegasco è stato protagonista, fra le molte, di un’esposizione nel Padiglione di Monaco all’Expo Milano 2015 e della mostra “Charme e Poesia di Monaco” al Jardin Exotique nel 2016 (si veda sul sito del Comune: http://www.mairie.mc/actualites/2016/6/-charme-et-poesie-de-monaco–exposition-de-peintures-de-claude-gauthier-au-jardin-exotique-de-monaco-10-06-2016). E si prepara ad esporre 19 tele sul Principato nel mese di novembre alla mairie du Ve a Parigi, nella mostra dal titolo: “La nature dans la ville (La natura nella città).

Claude Gauthier: L'isola Del Futuro (Collezione Privata)
Claude Gauthier: L’isola Del Futuro (Collezione Privata).

Ogni angolo, infatti, viene trasferito nella tela da Gauthier – ex funzionario della Sûreté Publique di Monaco, nato nel 1939 à Neuilly-sur-Seine – come era e come sarà, ovunque vi sia un cantiere, come quello del nuovo ospedale Princesse Grace di Monaco, o dell’estensione a mare, (il quartiere che sta nascendo all’Anse du Portier).

Ogni evento importante viene da lui rappresentato (riguardo alle nozze dei Principi Alberto e Charlene si veda su Monaco Italia Magazine https://monacoitaliamagazine.net/890-2 ).

La nuova opera di Claude Gauthier, le cui tele sono fra l’altro al Museo Internazionale d’Arte Naïf Anatole Jakovsky di Nizza – si intitola: “Domaine de la Condamine” e trae ispirazione dalla realizzazione di un moderno edifico in rue Grimaldi, al posto della Villa Trianon (foto in apertura)

Perché non mostrare al pubblico in una prossima esposizione anche questo angolo della Condamine così come l’artista lo trasfigura? Con la natura che prende spazio sotto forma di piante dal verde intenso e gabbiani che volano sopra all’edificio, a ricordare che siamo vicini al mare.

Mi piace trasferire nei miei quadri ciò che non vedremo più e la trasformazione del vecchio in nuovo – ha spiegato Claude Gauthier – e mi ritengo fortunato di essere pittore in un luogo che evolve. Adesso sono in attesa dell’estensione in mare del Portier, anche se io, la mia estensione, quella ovviamente frutto dell’immaginazione dell’artista, l’ho disegnata molti anni fa. L’ho intitolata “L’isola del futuro” ed adesso aspetto di vedere il nuovo quartiere per poterlo rappresentare dal vero”.

Seguiteci anche su facebook

Monaco Italia Magazine

Claude Gauthier: la locandina della mostra Charme et Poésie de Monaco

Please follow and like us: