Palermo-Montecarlo: le Dichiarazioni del Dopo Regata; “Una Competizione Internazionale Capace di Unire le Diverse Realtà della Vela Agonistica”

Palermo-Montecarlo: le Dichiarazioni del Dopo Regata; Randazzo “Competizione Internazionale Capace di Unire le Diverse Realtà della Vela Agonistica”Ft.dal sito della regata Palermo-Montecarlo

Chiuso il sipario, oramai, sulla competizione velica del Mediterraneo Palermo-Montecarlo, George David, armatore statunitense del Maxi Rambler 88 (il primo scafo a tagliare il traguardo della XIV edizione seguito dal Maxi di 72′ Lucky di Bryon Ehrhart) ha dichiarato la sua soddisfazione (vedi http://www.palermo-montecarlo.it/2018/it/index.asp  ).

È la seconda vittoria per noi e siamo molto felici: siamo stati anche più veloci rispetto a due anni fa, quindi siamo comunque soddisfatti, anche perché pur non essendoci mai fermati, abbiamo incontrato condizioni di vento medio-leggero. Faremo di tutto per esserci anche l’anno prossimo, perché è una regata fantastica e divertente organizzata davvero molto bene, e l’accoglienza riservata ai partecipanti, sia a Palermo che a Montecarlo, è eccezionale”. 

Tra gli equipaggi, tante stelle di prima grandezza

Un bilancio più che positivo, dunque, per la regata organizzata dal Circolo della Vela Sicilia in collaborazione con lo Yacht Club di Monaco e lo Yacht Club Costa Smeralda, con il supporto del Comune di Palermo, dell’Assessorato Regionale del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo, e della Fondazione Sicilia.

Anche il Principe Alberto II di Monaco ed il Sindaco di Palermo Leoluca Orlando hanno assistito, com’è noto, alla partenza delle 54 barche dal golfo di Mondello, il 21 agosto 2018, a bordo dell’unità navale Gregoretti della Guardia Costiera. Spettacolare ed emozionante anche l’arrivo delle imbarcazioni nel Principato.

Soddisfatto anche Agostino Randazzo, Presidente del Circolo della Vela Sicilia.

“È stata un’edizione della Palermo-Montecarlo eccezionale, con il record di barche all’arrivo, molte delle quali di alto livello e provenienti da diverse nazioni, pochi ritiri lungo la rotta e una navigazione che ha lasciato tutti soddisfatti. Tra gli equipaggi c’erano stelle di prima grandezza come Brad Butterworth, Kito de Pavant, Gabriele Bruni, Lorenzo Bressani, Gabriele Benussi, Alberto Bolzan… velisti provenienti da Coppa America, classi olimpiche e vela oceanica, a conferma che la nostra è davvero una regata internazionale capace di unire le diverse realtà della vela agonistica. Sono contento che i due trofei principali in palio siano andati a una barca francese e a un’americana, e che uno scafo italiano abbia vinto in ORC: anche questo evidenzia l’internazionalità della Palermo-Montecarlo”.

Una regata frutto di una “magnifica collaborazione” fra l’Italia e Monaco

E Randazzo prosegue: “Armatori importanti come George David e Bryon Ehrhart hanno già anticipato che faranno di tutto per esserci anche nel 2019 e questa è la migliore testimonianza del fatto che stiamo facendo un buon lavoro. E che quella dell’anno prossimo sarà una Palermo-Montecarlo ancora migliore di questa. Anzi, voglio lanciare un messaggio agli amici dello Yacht Club di Monaco, che ringrazio per la magnifica collaborazione assieme allo Yacht Club Costa Smeralda, che ha gestito il gate di Porto Cervo: ho visto tante barche qui sulle banchine del club e mi fa davvero piacere, ma l’obiettivo è averne ancora di più e lavoreremo al meglio per fare in modo che questo si concretizzi”.

Per saperne di più vedi il sito:

http://www.palermo-montecarlo.it/2018/it/index.asp

Sullo Yacht club di Monaco vedi il sito:

https://www.yacht-club-monaco.mc/en/home-en/

Clicca qui per mettere “mi piace” alla nostra pagina facebook Monaco Italia Magazine


 

 

 

 

Please follow and like us:
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial

Enjoy this blog? Please spread the word :)