Da Sanremo a Cannes il Foulard in Ricordo delle Vittime dell’Attentato di Nizza

Da Sanremo a Cannes il Foulard in Ricordo delle Vittime dell’Attentato di NizzaCannes: Barbara Borsotto con il Foulard Anemone insieme a Catherine Bertrand (al centro) e Caroline Mondine (a sinistra) sopravvissute agli attentati di Parigi e Nizza.

Da Sanremo a Cannes: è stato battezzato Couture-Suture il progetto che nasce dal Foulard dellAnemone creato dalla Maison Daphné di Sanremo in memoria delle vittime dell’attentato di Nizza, al centro nella scorsa settimana di un’iniziativa al Lyceé de la Mode Les Côteaux di Cannes.

Si tratta di un progetto che aiuta a dimostrare che l’impegno contro il terrorismo è transculturale e può essere promosso anche attraverso il lavoro artigiano e la pratica professionale etica come quella da noi sostenuta”, spiega Barbara Borsotto direttrice artistica, con la sorella Monica dell’atelier fondato nella città del ponente ligure nel 1950 (LEGGI L’ARTICOLO).

Si è tenuto, infatti, al Lyceé de la Mode Les Côteaux di Cannes, il primo di una serie di incontri in cui gli studenti hanno condiviso pensieri e riflessioni con le ospiti Catherine Bertrand e Caroline Mondine, sopravvissute agli attentati di Parigi e Nizza (vedi foto in apertura).

Ad essere coinvolti in questa iniziativa gli allievi e le professoresse del Liceo della Moda in Costa Azzurra, in collaborazione con l’AfVT (Associazione francese delle Vittime del Terrorismo) e in memoria di Valeria Solesin, vittima italiana dell’attentato del Bataclan (la cui mamma, Luciana Milani, è stata coinvolta grazie alla scrittrice imperiese Raffaella Ranise).

Couture-Suture è dunque un progetto “che avvicina due Paesi e due culture in un momento fragile per l’Europa”.

 “Suturare – spiega ancora Barbara Borsotto – vuole dire avvicinare due lembi di una ferita per far si che si rimargini, come pure due lembi di un tessuto per far si che una cucitura sia salda. L’anemone, fiore del vento, protagonista del foulard Daphné, è l’espressione simbolica di sutura in questo progetto che ha portato alla luce l’estrema sensibilità dei giovani delle tre classi moda-abbigliamento Les Côteaux di Cannes”. 

Da Sanremo a Cannes, dunque, nel ricordo delle vittime del tragico evento del 14 luglio 2016, utilizzando colori, tessuti pregiati e la creatività della Riviera di Fiori, come strumento di insegnamento e di positività per le giovani generazioni.

Da Sanremo a Cannes il Foulard in Ricordo delle Vittime dell’Attentato di Nizza
Le insegnanti di Cannes posano con Barbara Borsotto dell’Atelier Daphné di Sanremo e con Catherine Bertrand e Caroline Mondine, sopravvissute agli attentati di Parigi e Nizza.

Clicca qui per mettere “mi piace” alla nostra pagina facebook Monaco Italia Magazine

Per Altri Articoli di Monaco Italia Magazine Clicca qui

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
error

Enjoy this blog? Please spread the word :)