Charlotte Casiraghi e gli Incontri filosofici di Monaco

Seguici sui social network

Charlotte Casiraghi e la passione per la filosofia agli incontri Filosofici di Monaco
Charlotte Casiraghi con i filosofi Robert Maggiori, Joseph Cohen e Raphael Zagury-Orly in un'immagine degli Incontri filosofici di Monaco a Parigi, lo scorso 28 marzo foto©Nina-Koltchitskaia

Lo sguardo filosofico sull’attualità; la ricerca del senso dell’esistenza; le nuove modalità di espressione e comunicazione: una serie di argomenti al centro degli “Incontri filosofici di Monaco” l’evento di cui Charlotte Casiraghi, secondogenita di S.A.R. La Principessa Carolina di Hanovre, è presidente e fondatrice, giunto alla seconda edizione. 

La rassegna si concluderà stasera, 8 giugno, al Museo Oceanografico alla presenza di numerose autorità e personalità, con la “Remise du Prix et de la Mention Honorifique des Rencontres Philosophiques de Monaco 2017”.

Il premio e la menzione d’onore della rassegna filosofica che oltre a Charlotte Casiraghi ha come co-fondatori Robert Maggiori (presidente della giuria) Joseph Cohen e Raphael Zagury-Orly – andranno rispettivamente ad un libro di filosofia in lingua francese pubblicato nel 2016 e ad una casa editrice che si è particolarmente distinta, sempre nello stesso anno, nella pubblicazione di opere filosofiche.

INTEGRARE LA FILOSOFIA NELLA VITA CULTURALE DEL PRINCIPATO

L’appuntamento monegasco, anche attraverso la premiazione, vuole dunque mettere in luce l’importanza della cultura e della centralità della persona e dell’essere.

Lo spiega bene la stessa Charlotte, precisando come il Principato di Monaco è una terra di cultura e di innovazione che si distingue “per lo sviluppo delle iniziative e delle infrastrutture d’avanguardia tanto nel campo artistico che scientifico”. Ed ancora la fondatrice e presidente della rassegna spiega come “questo progetto di incontri sia nato da un desiderio sincero e profondo di celebrare la filosofia e di integrarla alla vita culturale del Principato”.

In quest’ottica sono state affrontate infatti, anche nei precedenti incontri filosofici, tematiche che ben si inseriscono nella società odierna spesso alla ricerca di riferimenti e di una dimensione profonda dell’esistenza.

La cerimonia della “Remise du Prix” è stata preceduta dalla presentazione, al Teatro Princesse Grace, dei libri e degli autori in lizza per il premio. Mentre nella Sala espositiva di quai Antoine-Ier, si è tenuto un dibattito dal titolo “De l’opinion, regards philosophiques sur l’actualité”, moderato da Elisabeth Quin.

I SOCIAL NETWORK RIVITALIZZANO LA CONVERSAZIONE?

Al Museo Oceanografico,invece, la prima parte della serata (ad opera del Pavillon Bosio: Scuola d’arte e scenografia di Monaco) è dedicata alla “Virtù della conversazione”.

Charlotte Casiraghi, presidentessa degli Incontri filosofici di Monaco, nel corso della seconda edizione.
Charlotte Casiraghi, presidentessa degli Incontri filosofici di Monaco, nel corso della seconda edizione.

Che ne è infatti della conversazione nel 2017? – si domandano i promotori dell’evento –  nell’epoca della comunicazione di massa, della proliferazione dei social, dell’accelerazione dei mezzi di comunicazione?

Ed ancora: l’arte della conversazione va scomparendo o al contrario stiamo assistendo ad una sua rivalorizzazione e rivivificazione? E se così fosse quali sono le nuove ed inedite modalità d’espressione?

Quesiti di una società in piena evoluzione, a cui la filosofia e l’arte della sapienza potranno forse dare una risposta.

Seguiteci anche su facebook

Monaco Italia Magazine

Please follow and like us:

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.