Winston Churchill e la Suite da 210 m² all’Hôtel de Paris

Seguici sui social network

Tra gli storici estimatori di Monte Carlo si annovera, com’è noto, Winston Churchill (1874 – 1965), ritratto spesso, nelle foto dell’epoca, mentre faceva il proprio ingresso all’Hôtel de Paris. Il celebre leader politico inglese aveva l’abitudine di occupare una suite di 210 m², alla quale è stato in seguito dato il suo nome.

Alcune fotografie della Suite Churchill, vendute alla clientela nel corso di un’asta di arredi ed oggetti nel gennaio 2015 in previsione dei lavori di restauro dell’hôtel, ritraggono il grande statista inglese sul portone dell’Hôtel nel 1933; mentre rivolge un saluto; quando gli viene consegnato il diploma di cittadino onorario di Roquebrune-Cap-Martin nel 1956; quando arriva nella piazza del Casinò nel 1960; o con Lady Clementine in vacanza a Monaco nel 1958. Ma sono molte, a parte questi scatti celebri, le immagini che lo ritraggono in quel periodo mentre si fa il bagno nelle acque monegasche o nei momenti di svago.

Nel 1955 Churchill si ritira dalla vita pubblica, pur continuando la sua attività di scrittore che gli era valsa  nel 1953 il Premio Nobel per la letteratura per il libro di memorie “The second world war”.

Uno de volumi dell’Opera “La seconda guerra mondiale” , particolare dal catalogo dell’Asta Artcurial del 2015.

Tra gli arredi della “Suite Winston Churchill” infatti vi era pure la prestigiosa serie, andata anch’essa all’asta, “La Deuxième Guerre mondiale” in 12 volumi. Pezzi di storia indelebili per il Principato.

Ma se il celebre il celebre Sir  Churchill di tanto in tanto studiò, si rilassò, si dedicò alle letture ed ai suoi hobby preferiti nello storico edificio che si affaccia sulla piazza del Casinò di Monte Carlo, riportiamo di seguito dal sito della “Monte-Carlo SBM“ una lista di ospiti eccellenti che hanno frequentato l’Hôtel…

Monte-Carlo fa dimenticare alle celebrità i problemi di quell’epoca tormentata dalla crisi degli anni ’30 e dalle minacce di guerra – si legge – La clientela anglosassone è numerosa: Lloyd Georges, Sir W. Churchill, Sir Robert Vansittart e il Duca di Westminster si incontrano nei corridoi. L’Aga-Khan, la Maharanée del Cashmir, il Principe e la Principessa Violet del Montenegro, la Contessa de la Rochefoucauld o René Blum figurano fra gli illustri clienti dell’hôtel. Momento di relax durante la guerra, nella cornice dello Sporting d’Inverno, Radio Monte-Carlo trasmette per la prima volta il 17 luglio 1943. Il padrino di questa nascita è una grande vedette : Maurice Chevalier.

Gli Anni 50 a Monte-Carlo 1950 – 1959 :

La vittoria degli alleati nel 1945 permette a Monte-Carlo di ritrovare la sua clientela. Sir Winston Churchill ritorna, fedele alla promessa che non aveva potuto mantenere a causa del suo rientro precipitoso in Inghilterra al momento dei tragici eventi. Si osserva un ritorno della clientela inglese. In occasione delle prestigiose serate di gala degli Anni ’50 arrivano il Duca e la Duchessa di Windsor, il Duca d’ Edimburgo o Lady Bateman, Edouard Herriot, il Principe Pietro di Yougoslavie, la Regina di Spagna Vittoria Eugenia…”.

Seguiteci anche su facebook

Monaco Italia Magazine

Please follow and like us:

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.