Gelanda Shkurtaj: Notaio in Albania ma Senza Dimenticare la Liguria

Seguici sui social network

Il notaio albanese Gelanda Shkurtaj a Tirana

Gelanda Shkurtaj ha conosciuto bene i due Paesi le cui sponde sono divise da una striscia di mare. Nata in Albania, è arrivata in Italia nel 1994 (pochi anni, ovvero, dopo la fine del regime) per studiare giurisprudenza, mentre contemporaneamente conseguiva nel suo Paese la laurea in Biologia-Genetica.

Nel 2002 si è trasferita a Genova e nel 2009 ha conseguito la seconda laurea, in Giurisprudenza, all’università di Genova, nonostante la maternità ed il lavoro di consulente tecnico e perito del tribunale a Genova ed in Liguria.

E di nuovo in Albania, nel 2012, per via del lavoro del marito, dove Gelanda Shkurtaj ha iniziato a svolgere la professione di notaio.

Della Liguria, proprio come i genovesi in trasferta, rimpiange il pesto ed il polpettone. E soprattutto l’accoglienza che, tiene a sottolineare, è quella di un popolo spesso considerato chiuso, ma in realtà davvero generoso.

Gelanda, come sono stati il tuo arrivo in Italia ed i dieci anni trascorsi a Genova?

L’arrivo in Italia, nei primi anni ’90, è stato un approccio a 360 gradi con una diversa cultura e società e mi ha dato quell’apertura mentale, quell’esperienza che oggi mi accompagna nella professione e nella vita. A Genova ho studiato per prendere una seconda laurea, dopo quella albanese in Biologia-Genetica, ho dato 23 esami a giurisprudenza in 3 anni. A Genova inoltre è nato nostro figlio Arvi Mattia e questo è stato un momento importantissimo della nostra vita.

Hai trovato un paese molto cambiato al tuo ritorno in Albania?

Il rientro a Tirana, dopo tanti anni, è stato in sostanza una sorta di nuova emigrazione. Ho trovato un’Albania che non conoscevo più, molto cambiata e guidata da un forte desiderio di cambiare vita ed abitudini. Per cominciare: nel ’94 quando siamo arrivati in Italia non immaginavo che un certo numero di Italiani si sarebbero col passare degli anni recati in Albania e tantomeno che trovassero il terreno per lavorare e per fare impresa o anche per studiare. E’ molto interessante infatti, per gli italiani, costituire società che operano nel territorio, essendo il nostro un Paese dove si risparmia fiscalmente e vi sono agevolazioni.

Su questo argomento si veda: https://monacoitaliamagazine.net/dalla-liguria-allalbania-per-aprire-unazienda

Cosa ti manca di Genova e della Liguria?

E’ una parte della mia vita che mi manca come nello stesso modo, prima, mi mancava Tirana. Dicono che i genovesi siano chiusi invece ho trovato apertura ed accoglienza e persone che capivano la situazione di chi all’inizio si trova in un Paese non suo. Ho dato molto ma ho anche molto ricevuto a livello umano e come praticante avvocato. Essere donna d’altronde implica ovunque caparbia per ritagliarsi un proprio spazio. Della Liguria mi mancano anche le abitudini e persino la cucina tipica, il polpettone, le trofie al pesto e la focaccia di Recco. E’ stato un bellissimo momento della mia vita che rimarrà sempre nel mio cuore, e che, perché no, sulle ali della professione, spero di potere un giorno vivere nuovamente.

Seguiteci anche su facebook

Monaco Italia Magazine

L'ufficio notarile di Gelanda Shkurtaj a Tirana, in Albania
L’ufficio notarile di Gelanda Shkurtaj a Tirana, in Albania

 

 

Please follow and like us: