Principato di Monaco: Prosegue la Mostra dei Ritratti Filmati di Charles Fréger (ingresso libero)

Prosegue la Mostra dei Ritratti Filmati di Charles FrégerUna delle serie di ritratti "in movimento" di Charles Fréger visibili nel Principato di Monaco dallo scorso ottobre; Ft©arvalens

di Angela Valenti Durazzo – Ballerine con raffinati costumi, Carabinieri del Principe, operai con casco e mascherina, personale sanitario, nuotatrici, ginnaste, scouts, e molti altri gruppi che svolgono ogni giorno il proprio ruolo nel Principato di Monaco, sono i protagonisti dei Ritratti Filmati/ Portraits Filmés di Charles Fréger, fotografo francese nato nel 1975.

L’originale ed innovativa esposizione è previsto resti aperta fino al 3 gennaio 2021 alla Salle d’Exposition du Quai Antoine Ier (entrata libera dal martedì alla domenica ore 13-19).

È stata organizzata dalla Direzione degli Affari Culturali e curata da Björn Dahlström futuro direttore del Nuovo Museo Nazionale di Monaco NMNM / Nouveau Musée National de Monaco,(LEGGI L’ARTICOLO) e visitata anche dalla Principessa Carolina

Charles Fréger: Ritratto “in movimento” dei Carabinieri del Principe

Prosegue la Mostra dei Ritratti Filmati di Charles Fréger
Portraits Filmés de Charles Fréger, I Carabinieri del Principe

Movimenti lenti, ritmati, atmosfera felpata, colori sgargianti. Corpi, uniformi, sguardi intensi, al rallenty, quasi cristallizzati. Energia umana che dà vita ad una serie di brevi filmati e ad un affresco di gruppo composto da 181 ritratti. Oltre a questi vi è il ritratto che vede, protagonista d’eccezione, il Principe Alberto II in alta uniforme. 

Lo spettatore nel corso della mostra – che è stata presentata alla stampa lo scorso ottobre alla presenza di Françoise Gamerdinger, Direttrice degli Affari Culturali del Principato di Monaco, Björn Dahlström, e Charles Fréger – si lascia quasi ipnotizzare dallo scorrere di gesti, espressioni e persone, apprezza la tecnica “precisa ed inflessibile” del fotografo francese.

Una “Vicinanza” Ritrovata Nonostante il Covid-19

Prosegue la Mostra dei Ritratti Filmati di Charles Fréger: alla Scoperta dei Gruppi che Compongono l'Identità del Principato di Monaco
Medici ed infermieri nel Principato di Monaco, con l’attrezzatura di protezione dal Coronavirus, nei Ritratti “in movimento” di Charles Fréger; Ft©arvalens

Inevitabile il richiamo all’epidemia mondiale del Covid-19, non ancora purtroppo conclusa. Parte delle persone (fotografate al termine del lockdown nel Principato nella primavera del 2020) indossano infatti le mascherine. Ma nelle installazioni esposte, mascherine e distanziamento sociale vengono sublimate dall’arte, poiché i singoli ritratti filmati, posti in sequenza, danno l’idea di un contatto ritrovato, di una sorta di gruppo animato.

L’arte dunque ancora una volta interpreta questi tempi difficili (LEGGI L’ARTICOLO).

Le installazioni del fotografo francese si traducono in una serie di “quadri viventi”, di tanti individui divisi in gruppi, posti uno accanto all’altro ma ognuno dotato di vita propria. 

La “proiezione” appare originale per la modalità espressiva utilizzata, per la qualità artistica, e per il coinvolgimento di coloro che sono i protagonisti della vita del Principato. 

L ‘artista Charles Fréger – si legge infatti sulla brochure dell’esposizione – getta lo sguardo su Monaco e sui diversi gruppi o comunità che compongono l’identità del Paese.

Il progetto è stato reso possibile grazie alla partecipazione di realtà ed istituzioni monegasche. La selezione include la già citata Compagnia dei Carabinieri del Principe, il Balletto di Monte Carlo, l’Orchestra Filarmonica di Monte Carlo, il Centro Cardio toracico di Monaco, gli Scouts di Monaco, il Museo Oceanografico, lo Yacht Club di Monaco, Monte Carlo SBM (Casinò di Monte Carlo, Hotel de Paris ecc.) e altri. 

Per Monaco, Charles Fréger ha prodotto una serie di ritratti e identità diverse che rappresentano il Paese – spiega Björn Dahlström – andando oltre all’immagine generalmente diffusa sul Principato, l’artista ha scelto di ritrarre gruppi, alcuni dei quali famosi, come i Carabinieri del Principe, altri meno conosciuti, come associazioni, sportivi uomini e donne e anche comunità di lavoratori altrettanto essenziali per la vita del Paese, ma meno visibili, come i lavoratori edili, gli addetti ai lavori stradali ecc.”.

Guarda anche:

Covid Art Monaco: un’Antidoto al Coronavirus

Biancaneve e i Fumetti in Mostra nel Principato di Monaco

La Mostra di Miró Chiude i Battenti nel Principato

585 Scatti d’Autore per il Cantiere del Nuovo Ospedale Processe Grace

Prosegue la Mostra dei Ritratti Filmati di Charles Fréger

Clicca qui per mettere “mi piace” alla nostra pagina facebook Monaco Italia Magazine

Per Altri Articoli di Monaco Italia Magazine Clicca qui

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
error

Enjoy this blog? Please spread the word :)