Un Giorno Indossando la Vita

Poesie e Racconti: Un Giorno Indossando la VitaQui Dove il Nulla mi Appartiene ©arvalens
Oggi che il filo corre incerto sotto le mani di improvvisata sarta

mi serve ricordare il giusto verso delle cose che tu tracciavi senza mai alterarne il senso,

come fosse la prima volta che accadeva che donna ricamasse con mano certa e mente aggrovigliata. 
Ciò che riposa senza un'apparente direzione,
accatastato nella soffitta di quel tempo di certezze, 
negli scatoloni sparsi nella stanza senza una logica apparente, 
un giorno ha indossato la vita. 
Abiti, cappelli a larghe falde, 
fiori secchi nelle pagine dei libri, 
fotografie che fissano un sorriso che era vivo, 
sulla carta. 
Un sorriso tra gli infiniti sorrisi di persone quasi uguali 
è sembrato cosa straordinaria e nuova in quel momento, 
come fosse il primo cielo azzurro
il primo sole giallo 
il primo pianto di bambino 
la prima volta che ho camminato nel paese dove non c'eri 
la prima lacrima che scende. 
Non esiste fotografia di un neonato che dica per la prima volta “mamma” 
imprimendo sul cuore di colei che lo ha voluto
il senso ricorrente della vita. 
Forse a quello pensavi indossando, alla sera, il tuo volto di ferma aspettativa sui miei giorni probabilmente affannosi 

Indossavi per me il tuo migliore abito di vita...“mamma” 

© Angela Valenti Durazzo / Un giorno Indossando la Vita / Tratto da QUI DOVE IL NULLA MI APPARTIENE, C.H.R.A. Principauté de Monaco 2017, Egnatia Editore

In Copertina ©Helidon Haliti 2016

Clicca qui per mettere “mi piace” alla nostra pagina facebook Monaco Italia Magazine

Per Altri Articoli di Monaco Italia Magazine Clicca qui

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
error

Enjoy this blog? Please spread the word :)