Alberto Giacometti: Mostra dell’ Estate a Monte Carlo

Alberto Giacometti: Mostra in Estate a Monte Carlo

di Angela Valenti Durazzo – Tra gli eventi in calendario al Grimaldi Forum di Monaco vi è la grande esposizione dell’estate 2021: Alberto Giacometti. Una Retrospettiva. 

Un evento che segue ad un 2020 caratterizzato anche a Monaco da alcune cancellazioni e rinvii di eventi per via dell’emergenza sanitaria globale del Covid-19.

Il Grimaldi Forum, centro di cultura e congressi del Principato di Monaco, in associazione con La Fondazione Giacometti, presenta al pubblico per la prima volta a Monaco, dal 3 luglio al 29 agosto 2021, l’opera dello scultore e pittore svizzero partendo dalle creazioni giovanili. In esposizione vi saranno sculture, pitture, disegni, stampe, ma anche oggetti del suo atelier, e della sua vita quotidiana che permetteranno di calarsi nel mondo dell’uomo e dell’artista.

Alberto Giacometti: Mostra in Estate a Monte Carlo
Alberto Giacometti Nel suo Atelier, maggio 1954; FT.Arnold Newman / Arnold Newman Collection / via Getty Images © Succession Alberto Giacometti (Fondation Giacometti, Paris + ADAGP, Paris) 2021

“I temi prediletti da Giacometti (la rappresentazione della testa, del viso, del corpo femminile) risalteranno particolarmente – spiegano gli organizzatori – ma sarà possibile scoprire anche il suo rapporto con la solitudine, la malinconia, il lavoro con le sue modelle, sua moglie Annette, il fratello Diego, i suoi amici più vicini“.

“L’uomo che Cammina” di Alberto Giacometti

Alberto Giacometti (1901-1966), che nella sua vita conobbe e frequentò, fra gli altri, Pablo Picasso, Joan Miró (sulla mostra di Mirò nel 2020 nel Principato leggi) e Salvador Dalí (anche lui al centro di una grande esposizione monegasca nel 2019), si colloca fra i grandi interpreti artistici del ‘900.

Riunendo più di 230 opere, punteggiate da capolavori e accompagnate da fotografie e film – riporta una nota del Grimaldi Forum – questa retrospettiva offrirà ai visitatori meravigliose scoperte nel quadro di un percorso orchestrato dalla curatrice Émilie Bouvard, direttrice scientifica e delle collezioni della Fondazione Giacometti“.

Giacometti a Monte Carlo
Il Principe Alberto all’inaugurazione della mostra su Giacometti; Ft.Grimaldi Forum

Alberto Giacometti frequentò l’École des Arts et Métiers di Ginevra; soggiornò in Italia (1920-21) principalmente a Venezia e a Roma per poi trasferirsi a Parigi e iscriversi alla scuola di Émile-Antoine Bourdelle. 

Sono particolarmente note le sue sculture di uomini e donne dalle forme molto allungate. Figure caratterizzate, quindi, da “un esile verticalismo”. Tra queste citiamo l’Uomo che cammina II / Homme qui marche II del 1960 (vedi la foto sotto).

Alberto Giacometti: Mostra in Estate a Monte Carlo
Giacometti, Homme qui marche II, 1960; © Successione Alberto Giacometti (Fondation Giacometti + ADAGP)

La Moglie Annette

Fra le molte opere in esposizione al Grimaldi Forum citiamo il dipinto Annette Noire del 1962 (olio su tela 55 x 45,8 cm) che ritrae la moglie Annette Arm (1923–1993). Quest’ultima incontrò Giacometti a Ginevra nel 1943 e si sposarono nel 1949. A partire dal 1946, quando la donna si stabilì a Parigi, e fino alla fine della vita dell’artista, Annette è stata una delle modelle preferite di Alberto.

Alberto Giacometti a Monte Carlo
Alberto Giacometti nel suo atelier di Stampa; Ft© 2021 Stiftung Ernst Scheidegger Archiv Zurich

Per valorizzare la mostra magnificamente orchestrata dalla curatrice Emilie Bouvard – spiega Sylvie Biancheri, Direttore Generale del Grimaldi Forum Monaco – il nostro scenografo William Chatelain propone, attraverso 2500 mq di esposizione e 14 sequenze originali e su misura, di avvicinare il pubblico all’opera straordinaria dell’ artista e dargli le chiavi per avvicinarsi ad un’opera complessa e sensibile”.

Al Grimaldi Forum è esposta anche la scultura l’Oggetto Invisibile. Il titolo iniziale di quest’opera era Mani che tengono il vuoto e può essere interpretato come un’immagine di lutto e di smarrimento. André Breton l’ha ribattezzata però The Invisible Object, evocando così “l’oscuro oggetto del desiderio”, caro ai surrealisti appassionati della psicoanalisi. Questa scultura è anche una delle ultime opere surrealiste di Alberto Giacometti.

Alberto Giacometti Mostra a Monte Carlo
L’objet invisible, 1934-1935, Fondazione Giacometti © Succession Alberto Giacometti (Fondation Giacometti, Paris + ADAGP, Paris) 2021;

Informazioni:

www.grimaldiforum.com 

Clicca qui per mettere “mi piace” alla nostra pagina facebook Monaco Italia Magazine

Per Altri Articoli di Monaco Italia Magazine Clicca qui

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
error

Enjoy this blog? Please spread the word :)