Cura e Salute degli Occhi: Intervista a Fiorella Ambrosio Perrotta, Oculista Italiana che Vive nel Principato

Cura e Salute degli Occhi: Intervista a Fiorella Ambrosio Perrotta, Oculista Italiana che Vive nel PrincipatoFt©arvalens

Uso prolungato di PC e smartphone, esposizione al sole, patologie legate all’allungamento della vita media; abbiamo rivolto alcune domande sulla cura e la salute degli occhi a Fiorella Ambrosio Perrotta, oftalmologa italiana che vive nel Principato di Monaco e svolge la sua professione a Beausoleil (centro medico-chirurgico Alcazar), collaborando anche all’ospedale Pasteur di Nizza e al Centro Ospedaliero Princesse Grace di Monaco.

Dottoressa Perrotta, ogni quanto dobbiamo farci controllare la vista?

E’ consigliabile un controllo a partire da un anno di età, per verificare subito che non ci sia già qualche difetto alla vista come l’occhio pigro. E’ bene poi fare un controllo all’inizio dell’età scolare e successivamente ogni due anni. Noi infatti riguardo alla salute dei nostri occhi siamo abituati male e spesso andiamo dall’oculista quando è troppo tardi. Se prese in tempo invece, anche grazie ai macchinari all’avanguardia di cui disponiamo, si riesce a gestire la progressione di grosse patologie, come il glaucoma (pressione alta nell’occhio), la retinopatia diabetica, la maculopatia. La degenerazione maculare senile, infatti, oggi è diventata un problema medico sociale in relazione all’aumento della vita media.

Ed i nemici degli occhi quali sono?

Esposizione agli schermi, al sole, tutto è ossidante a vari livelli. Lo stress ossidativo infatti invecchia l’occhio oltre al normale declino dovuto all’età. Inoltre diabete, ipertensione, fumo, alcool sono nemici sia del corpo in generale che dell’occhio, il quale risente del nostro stato di salute. Tanto è vero che attraverso l’esame del fondo oculare si possono scoprire patologie sistemiche, malattie legate al sonno, eccetera.

Come prendersi cura, dunque, dei nostri occhi?

Cominciando con un’alimentazione ricca di sostanze antiossidanti come pesce, verdura, frutta (in particolare mirtilli e frutta rossa). Se il corpo sta male anche l’occhio sta male. Occorre tenere anche una corretta igiene oculare, ovvero lavarsi gli occhi, come facciamo col resto. Fare dei lavaggi con liquido fisiologico e compresse sterili, pulendo bene il bordo delle palpebre. Lavare gli occhi allontana infezioni, congiuntiviti, blefariti, ecc.

Come difendersi da computer e telefonini, diventati strumenti indispensabili nella vita professionale e sociale?

E’ utile indossare occhiali con filtri anti riflessi e per la luce blu. Ma oramai già a partire dall’infanzia vi è un uso prolungato di smartphone e tablet che spesso, fra le altre cose, rappresenta una concausa nello sviluppo della miopia (poiché la miopia è multifattoriale). L’uso eccessivo, infatti, non fa bene poiché l’occhio si abitua a vedere a distanza ravvicinata e diventa pigro da lontano.

E a proposito di difetti della vista, sono molti coloro che ricorrono alla chirurgia refrattiva per eliminare miopia, ipermetropia, presbiopia, astigmatismo?

Si, a Monaco sono molti, soprattutto giovani e in genere persone benestanti (poiché il costo dell’operazione  è rimborsato dalle assicurazioni complementari ed  alcune mutuelle lo rimborsano parzialmente). La clientela è internazionale ed in generale bene informata, poiché quando vengono in studio si sono già documentati su internet. Per quando mi riguarda prima di procedere all’intervento ho l’abitudine di effettuare un buon esame pre-operatorio e solo nel caso vada bene, procedo. Non voglio infatti avere risultati deludenti. E un buon risultato lo si ha anche quando si ha un buon esame.

Clicca qui per mettere “mi piace” alla nostra pagina facebook

Monaco Italia Magazine

 

 

 

 

 

 

 

 

Please follow and like us:
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial

Enjoy this blog? Please spread the word :)