Italiane a Nizza – Fiorella Pierobon: In Viaggio con la Mia Arte

Per Altri Articoli di Monaco Italia Magazine Clicca quiFiorella Pierobon, da annunciatrice TV a pittrice

di Angela Valenti Durazzo

Strade che simboleggiano un percorso di vita, cieli notturni e stellati, colori e forme che rispecchiano una personalità aperta e positiva: “quello che finisce nelle tele è quello che abbiamo dentro” ci spiega Fiorella Pierobon, notissima ex presentatrice di Canale 5 che ha lasciato la televisione nel 2003 per dedicarsi con successo alla pittura e alla scultura ed aprire nel 2007 un atelier laboratorio d’arte nella vecchia Nizza. 

Fiorella Pierobon: In Viaggio con la Mia Arte
Fiorella Pierobon nel suo atelier laboratorio nella vecchia Nizza

Il Cammino – Le vie del cielo; Il Ciel Sempre QuietoE Tornai a Riveder le Belle Stelle; Source de Lumiere; sono alcuni dei titoli delle sue opere, ispirate anche dai pellegrini e viandanti del passato lungo la via Francigena (sulla via Francigena LEGGI).

L’abbiamo intervistata per farci raccontare questa “seconda vita”, come lei stessa la definisce, e il suo rapporto con Nizza e la Costa Azzurra, che tanti artisti oggi e nel passato ha ispirato.“Non avrei mai pensato di avere una simile opportunità e clienti da Paesi lontani come USA, Giappone, Australia oltreché in Europa”, confida con orgoglio l’ex conduttrice televisiva.

Italiane a Nizza - Fiorella Pierobon: In Viaggio con la Mia Arte
Fiorella Pierobon Il Cammino – Le Vie Del Cielo

Fiorella Pierobon, dove nasce la sua ispirazione artistica?

Nasce da me, rispecchia ciò che sono. Sono sempre stata una viaggiatrice quando facevo “l’altro lavoro”. Sono sempre andata in posti anche lontani, il Vietnam, la Birmania ecc. per conoscere persone, per sapere cose. Dietro ai miei quadri c’è tutto il mio bagaglio. Sono una persona che va a ricercare le cose e comunque vede il bicchiere mezzo pieno. Infatti desidero che i miei lavori facciano stare bene. Una cliente mi ha confidato che ogni volta che guarda un mio quadro appeso nel soggiorno di casa mi ringrazia per averlo dipinto. Cosa c’é di più bello di questo?

Italiane a Nizza - Fiorella Pierobon: In Viaggio con la Mia Arte
L’opera di Fiorella Pierobon: E tornai a Riveder le Belle Stelle

Quale tecnica predilige?

Premesso che mi dedico al lavoro astratto e quasi mai a quello figurativo, ho la caratteristica di realizzare le opere con le mani, senza pennelli, esercitando delle pressioni come se si trattasse di una scultura. Entro con le mani nel colore e poi attraverso queste racconto cose, percorsi, le sensazioni che ti danno le persone e gli ambienti. Realizzo il dettaglio di un fiore dedicato alle donne, un cielo notturno…Mi ispiro ai pellegrini che nel medioevo percorrevano la via Francigena, essendo tra l’altro appassionata di storia di quel periodo. Infatti tanti titoli delle mie tele sono estrapolati dalla divina Commedia “deh pellegrini che pensosi andate”.

A proposito di sensazioni ricevute da persone e ambienti, ci racconti cosa l’ha spinta ad aprire un atelier d’arte in Francia 

Ho deciso di andare in Francia poiché non volevo cavalcare la notorietà raggiunta nel nostro Paese. Pensavo infatti che se il mio lavoro doveva funzionare, doveva funzionare a prescindere. Ed in effetti oggi posso dire di avere realizzato mostre all’estero ed in Italia e di avere preso parte nel 2011 alla Biennale di Venezia. 

E il suo rapporto con Nizza e la Costa Azzurra?

Certamente quello di Nizza è un contesto stimolante. È vivo e ci sono tanti stranieri che lavorano nella vecchia Nizza. Di questa città, inoltre, mi piace il colore magico, la luminosità, l’architettura, le splendide case, il mare, il fatto che non sia così grande e quindi la si possa girare a piedi. Però talvolta ho anche un rapporto conflittuale poiché ad agosto diventa caotica essendoci moltissimi turisti e vi è mancanza di parcheggio. Ci sono strade con lavori in corso, che certamente hanno lo scopo di migliorare la città, ma che per noi sono un disagio. Per il resto la amo infinitamente. E d’altronde se tutte queste persone, turisti, grandi artisti, vengono a Nizza, ci sarà un perché!

Italiane a Nizza - Fiorella Pierobon: In Viaggio con la Mia Arte
Nell’immagine una tela della Pierobon intitolata: Source De Lumiere

Alcune Artiste Italiane a Nizza Guarda:

Paola Zusi De Benedictis: nelle sue Porcellane il Sole della Costa Azzurra

Cinzia Corbetta: L’Arte come Espressione di Bellezza e Come Terapia

Clicca qui per mettere “mi piace” alla nostra pagina facebook Monaco Italia Magazine

Per Altri Articoli di Monaco Italia Magazine Clicca qui

Please follow and like us:
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial

Enjoy this blog? Please spread the word :)