L’Associazione Les Rencontres Littéraires Fabian Boisson all’Opera per il Nono Salone del Libro di Monaco

L'Associazione Les Rencontres Littéraires Fabian Boisson all'Opera per il Nono Salone del Libro di MonacoIl Comitato Organizzatore del Salone del Libro di Monaco con al centro il Segretario di Stato del Principato, Jacques Boisson fra Yvette Gazza- Cellario (a sinistra) e Nycole Roux-Pouchoulin (a destra).

di Angela Valenti Durazzo – Promuovere la cultura, la lettura e il gusto per la scrittura: una frase che ben sintetizza lo scopo principale del Salon du Livre de Monaco, il Salone del Libro di Monaco, evento organizzato da Les Rencontres Littéraires Fabian Boisson, associazione presieduta da Yvette Gazza-Cellario.

Una festa della letteratura nel Principato di Monaco, che vede riunite alcune “firme” monegasche (e non solo) e che si svolge sotto l’Alto Patronato di S.A.S il Principe Alberto II ed in partenariato con S.I.B. Fondazione Benedetti. 

Il Salone quest’anno è previsto apra le sue porte il 10 ottobre dalle 9,30 alle 19,30 al Tunnel Riva con l’attesa nona edizione (prevista inizialmente il 18 e 19 aprile 2020 nella salle d’exposition Quai Antoine 1er, ma rimandata per via del lockdown).

L’apertura ufficiale è fissata alle 10,30 in presenza di numerose autorità e sarà seguita da tavole rotonde e dibattiti che approfondiranno le tematiche di alcune opere. 

Un Salone in Costante Crescita

Il salone in memoria di Fabian Boisson – spiega Nycole Roux-Pouchoulin, scrittrice e consigliere artistico e culturale dell’ Associazione Les Rencontres Littéraires Fabian Boisson – è in costante crescita dal 2012, l’anno della nascita, rivelando un bisogno della nostra società di approfondimento e di cultura, attestato anche dall’aumento del numero degli scrittori noti e meno noti che sono interessati a partecipare alla nostra rassegna”. 

Il piacere della lettura, dunque, in primo piano a Monte Carlo. Una riscoperta che segue al difficile periodo segnato a livello mondiale dal Covid-19 in cui case editrici, blogger, media e scrittori hanno avviato campagne per restare a casa in compagnia di un buon libro.

L’associazione Les Rencontres Littéraires Fabian Boisson è costituita da un comitato esecutivo presieduto da Yvette Gazza-Cellario e composto da Raphaël Abenhaim, primo vice presidente; Claude Cellario, vice presidente e tesoriere; Alain Burlot , consigliere, oltre alla già citata Nycole Roux-Pouchoulin.

Monaco, dunque, guarda lontano anche nel campo della scrittura raccontando ciò che in questo Paese dai confini piccoli ma dalle mille sfaccettature ed aspirazioni gli autori noti e meno noti amano affidare ad un foglio di carta, senza dimenticare i moderni mezzi digitali. 

Una cultura a tutto campo poiché a sottolineare l’attenzione alla tradizione e alle radici hanno provveduto nella scorsa edizione anche le vedute del Principato di Monaco del pittore naïf Claude Gauthier (LEGGI L’ARTICOLO), i cui quadri (sguardo d’autore sulla Monaco del passato e su quella di domani) hanno fatto da sfondo alla kermesse letteraria.

Quest’anno inoltre il pubblico potrà assistere al mini recital della pianista monegasca Stella Almondo e troverà esposte sugli scaffali opere dalle tematiche più svariate, fra cui citiamo Les Tribulation d’un Sicilien dans la Chine de Chou En-Lai di Eugenio BenedettiÀ la table des diplomates: les grands repas de l’histoire di Laurent Stefanini (ambasciatore di Francia nel Principato), volume che si ispira ai grandi pasti che hanno fatto la storia, e per la prima volta il libro Jeter l’ancre avec Rencontres Littéraires Fabian Boisson.

Salone del Libro di Monaco: Gli Invitati d’Onore

La Lista degli invitati d’onore dell’edizione del 2020 prevede: Pierre Abramovici, Laurent Stefanini, Philippe Kayne, Antoine Leiris, Bernard Werber, Isabelle Sezionale, Patrick Moya, Christelle Crosnier, Emmanuel Pierrat. 

Anche i giovani ed i nuovi talenti sono una componente importante del Salone che ogni anno si rivolge alle scuole del Principato con l’assegnazione di premi nell’ambito del Concorso Inter-lycéens Fabian Boisson

Si tratta di un’iniziativa che ha dato la possibilità di mettere a fuoco talenti in erba ai quali vengono forniti 5 soggetti a scelta al fine di incentivare la loro passione per la scrittura e dare libero sfogo all’immaginazionespiega ancora il consigliere artistico e culturale dell’associazione – lo attesta anche la presenza durante la consegna dei premi della direttrice dell’Educazione nazionale, Isabelle Bonnal”.

Salone Del Libro Di Monaco

Leggi anche:

Charlotte Casiraghi e gli Incontri Filosofici di Monaco

Le Conferenze della Fondazione Prince Pierre nel 2018

Clicca qui per mettere “mi piace” alla nostra pagina facebook Monaco Italia Magazine

Per Altri Articoli di Monaco Italia Magazine Clicca qui

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
error

Enjoy this blog? Please spread the word :)