Monte Carlo Jazz Festival, la grande musica all’Opera Garnier. Jean-René Palacio “sarà una rassegna che si ispira a tutte le musiche del mondo” – Il Programma

Seguici sui social network

Monaco Monte Carlo Jazz Festival 2017
Monte-Carlo Jazz Festival 2017

Un appuntamento, quello della 12esima edizione del Monte-Carlo Jazz Festival, molto atteso dagli appassionati di questo raffinato genere musicale e dal pubblico delle grandi occasioni in generale.

La rassegna, che sarà di scena all’Opera Garnier di Monte Carlo, dal 16 novembre al 2 dicembre 2017, mostra la sua vitalità e lo spirito eclettico già a partire dalla presentazione, che si svolge tradizionalmente sul palcoscenico della Salle Garnier del Casinò, ad opera di Jean-René Palacio, Direttore Artistico della Monte-Carlo SBM.

All’OPERA GARNIER LE STAR DEL JAZZ

Il festival schiererà in questa edizione grandi musicisti, solisti e le più belle voci del jazz contemporaneo. Infatti pur restando “fedele alle sue origini, intende riflettere la musica jazz così com’è: aperta a tutte le correnti musicali, lasciando spazio alla tradizione, senza per questo rimanere immobile, ispirandosi a tutte le musiche del mondo e concedendo alla creatività tutto ciò che le spetta” ha spiegato Jean-René Palacio che ha tenuto inoltre a sottolineare come “sin dalla sua creazione, nel 2006, il festival è stato posto sotto l’alto patrocinio di S.A.S. il Principe Alberto II di Monaco, ringraziandolo per l’attenzione che ha sempre voluto concedere”.

Per la serata di apertura del 16 novembre, si legge sul programma  “il Monte-Carlo Jazz Festival 2017 ha scelto un monumento della musica, Marcus Miller“, con alcuni estratti dal suo nuovo album (in uscita nel 2018). Miller dividerà il palco con Cory Henry & The Funk Apostles.

Monte-Carlo Jazz Festival 2017 Sirius Plan
Monte-Carlo Jazz Festival 2017: il trio Sirius Plan

Seguiranno, da martedì 17 novembre a sabato 2 dicembre,  concerti con grandi del jazz di oggi, come Stacey Kent, Dhafer Youssef, Chick Corea e Steve Gadd, con il loro progetto The Corea/Gadd Band, oltre che due leggende: Texas e Christophe.

Il Monte Carlo Jazz Festival sarà anche un mezzo per scoprire i nuovi talenti e formazioni, come il trio femminile Sirius Plan (nella foto) James Carter’s Elektrik Outlet, e nuovi talenti come Laurent Coulondre.

Infine il festival si concluderà con il gruppo Scott Bradlee’s Postmodern Jukebox, che si divertirà a giocare con le hits del momento arrangiate nei diversi generi musicali, e con The Puppini Sisters, considerate come il migliore gruppo di “close harmony” al mondo.

IL PROGRAMMA

Giovedì 16 novembre

Marcus Miller – Prima parte: Cory Henry & The Funk Apostles.

Marcus Miller, oltre ad avere collaborato con musicisti del calibro di Miles Davis, Eric Clapton, George Benson, Aretha Franklin, Brian Ferry, Carlos Santana ed altri, ha ricevuto ben 2 Grammy Awards®, una Victoire du Jazz ed un Edison Award for Lifetime Achievement in Jazz. E’ stato inoltre nominato nel 2013 Artista dell’Unesco per la Pace. Cory Henry, è invece musicista multi-strumentista (organo e piano) e produttore newyorkese.

Venerdì 17 novembre

Stacey Kent & l’Orchestra Filarmonica di Monte-Carlo – Prima parte: Laurent Coulondre

Insignita della medaglia di Cavaliere delle Arti e delle Lettere, nonché di numerosi dischi d’oro e di platino e varie nomine ai Grammy Awards®, la cantante americana Stacey Kent presenta un nuovo progetto orchestrale: I Know I Dream. Sarà preceduta all’Opera Garnier da Laurent Coulondre, pianista francese che a soli 28 anni rappresenta “la nuova generazione di un jazz disinibito”.

Sabato 18 novembre

Christophe

con “Les vestiges du Chaos Tour”, intramontabile leggenda del jazz.

Venerdì 24 novembre

Il gruppo Texas – Prima parte: Sirius Plan

Il gruppo Texas “straordinaria leggenda britannica il cui successo è lungi dall’essersi concluso” sarà preceduto sul palco del Monte-Carlo Jazz Festival dal gruppo femminile franco-belga Sirius Plan “trio libero, selvaggio e raffinato”. Nell’aprile del 2017 le tre ragazze si sono esibite al Festival Internazionale della Louisiana ed in seguito a New York.

Sabato 25 novembre

The Corea/Gadd Band – Prima parte: Dhafer Youssef

Protagonista un’altra leggenda del Jazz che nasce dalla collaborazione musicale di Chick Corea e Steve Gadd. In preparazione vi è anche un nuovo album la cui uscita è prevista entro il 2017. The Corea/Gadd Band sarà preceduta da Dhafer Youssef, suonatore di oud (liuto arabo), cantante e compositore tunisino. Dopo il successo de suo album Birds Requiem (oltre 50.000 copie vendute) torna a dare spettacolo con il suo atteso: Diwan Of Beauty and Odd.

Giovedì 30 novembre

Diego El Cigala “Indestructible” Prima parte: Django Memories Project.

Diego El Cigala è conosciuto per il suo talento nel mescolare le culture ed i generi musicali, sviluppando il flamenco ed esplorando il latin jazz, il bolero, il tango e da ultimo la salsa. Stochelo Rosenberg ( Django Memories Project) è nato in un accampamento di gitani, ha cominciato a suonare la chitarra all’età di 10 anni grazie al padre e allo zio Wasso Grünholz, ma ha imparato soprattutto ascoltando i dischi del suo eroe, Django Reinhardt.

Venerdì 1 dicembre

Les Triplettes de Belleville – Prima parte: James Carter’s Elektrik Outlet

Les Triplettes de Belleville con l’atteso cine-concerto, saranno preceduti dauno dei sassofonisti più ammirati della sua generazione”, James Carter’s Elektrik Outlet, “la cui musica è caratterizzata da un profondo rispetto e un’intima conoscenza della tradizione jazzistica”.

Sabato 2 dicembre

Gli Scott Bradlee’s Postmodern Jukebox – Prima parte: The Puppini Sisters.

Il Monte-Carlo Jazz Festival 2017 si chiude con gli Scott Bradlee’s Postmodern Jukebox, che con ben 2 milioni dii abbonati e 500 milioni di visite su internet, hanno offerto sulle scene del mondo intero il loro amore per gli hit serviti in salsa vintage. Sullo stesso palco si esibiranno The Puppini Sisters (Marcella Puppini, Kate Mullins ed Emma Smith) che vantano tra i loro fan The Manhattan Transfer e Michael Bublé e sono ormai considerate “il miglior gruppo di close harmony al mondo” e già ricompensate con un disco d’oro, e vari dischi di platino.

Per ulteriori informazioni: https://fr.montecarlolive.com/monte-carlo-jazz-festival/programmation/

Seguiteci anche su facebook: Monaco Italia Magazine

 

 

Please follow and like us: