Studiare l’Inglese all’Estero Impegnandosi in Opere di Volontariato; Successo del 19esimo Forum dell’Apem di Monaco

Seguici sui social network

Ft. John Schnobrich

L’Apem, sotto l’alto patronato di sua Altezza Serenissima il Principe Alberto II di Monaco, ha organizzato lo scorso 21 marzo il Forum des Séjours Linguistique à l’étranger (forum dei soggiorni linguistici all’estero) rivolto principalmente allo studio dell’inglese.

 lingua inglese possibili anche corsi estivi in Australia e SudafricaSi tratta della 19esima edizione dell’iniziativa, che si è svolta, presso l’Auditorium Rainier III dell’Associazione dei Genitori degli Studenti di Monaco, presieduta da Celine Lubert.

Un appuntamento rivolto al mondo della scuola che punta ad offrire alle famiglie una vasta e qualificata gamma di possibilità di scelta in quello che è un settore sempre più importante, l’apprendimento ed il perfezionamento delle lingue attraverso i soggiorni all’estero.

Al Forum de séjour linguistique di quest’anno – spiega Raffaella Morabito Olivieri – sono 23 gli organismi che hanno avuto l’opportunità d’incontrare genitori e studenti per dare informazioni e permettere loro di pianificare i soggiorni culturali e linguistici estivi dei figli, alla base dei quali c’è l’apprendimento ed il miglioramento della lingua straniera e soprattutto dell’inglese. Fra questi era presente anche l’Education Nationale di Monaco , che ha partecipato per il terzo anno consecutivo per dare indicazioni sulle borse di studio”.

Mote Carlo: Studiare l'Inglese all'Estero Impegnandosi in Opere di Volontariato
Ft.©arvalens

Ma anche lo studio della lingua all’estero durante l’estate si aggiorna e offre ai giovani diverse possibilità: “Tra gli organismi presenti, oltre a quelli più tradizionali – spiegano ancora all’Apem – ve ne sono alcuni che si occupano dei bambini a partire dai 7 anni; altri che oltre all’insegnamento della lingua sono particolarmente versati nello sport ad alto livello. Ve n’è uno che oltre allo studio permette ai ragazzi di svolgere attività umanitarie (a partire dai 15 anni), e persino uno in Sudafrica per l’aiuto degli animali in difficoltà”.

E l’idea di studiare l’inglese ed impegnarsi contemporaneamente nel volontariato piace sempre di più ai giovani.

Oltre alla consueta risposta delle famiglie e degli studenti, al Forum dell’Apem di Monaco, sono intervenute numerose autorità tra cui Patrice Cellario, Ministro degli Interni del Principato, Isabel Bonnal Direttore dell’Educazione Nazionale, della Gioventù e dello Sport, Stéphane Valeri, Presidente del Consiglio Nazionale e Nicolas Croesi Vicesindaco di Monaco.

Monte Carlo: Studiare l'Inglese all'Estero Impegnandosi in Opere di Volontariato

Seguiteci anche su facebook

Please follow and like us: