A Ventimiglia Tecnici ed Autorità discutono di Mobilità Transfrontaliera e del Collegamento Italia-Francia

Seguici sui social network

A Ventimiglia in un convegno al Forte dell'Annunziata, si discute, con tecnici ed autorità di Italia, Francia e Principato di Monaco, di Mobilità Transfrontaliera e del collegamento Italia-Francia

Mobilità transfrontaliera, ovvero: incremento del numero dei mezzi e focus sulla puntualità sia su gomma che su rotaia; attivazione di una linea di bus internazionale; integrazione di corse in caso di sciopero di trasporto su rotaia; armonizzazione degli orari delle corse; miglioramento dell’intermodalità per chi abita nelle frazioni (coincidenze bus-treno); facilitazioni per gli spostamenti su rotaia e potenziamento della cooperazione tra ferrovie italiane e francesi.

Questi i temi e gli obiettivi principali che verranno affrontati durante il convegno sulla Mobilità Transfrontaliera, ideato ed organizzato dall’assessore al Bilancio del Comune di Ventimiglia Franco Faraldi (nella foto sotto insieme al sindaco di Ventimiglia Enrico Ioculano), di concerto con il Consiglio Sindacale Interregionale, a cui hanno aderito tecnici e politici di Italia, Francia e Principato di Monaco, fra cui L’Ambasciatore d’Italia nel Principato Cristiano Gallo.

Migliorare il Trasporto a vantaggio dei Lavoratori Frontalieri e dei Flussi Turistici

Il Sindaco di Ventimiglia Enrico Ioculano e l'assessore al Bilancio Franco Faraldi

L’incontro si svolgerà sabato 25 novembre alle ore 9, al Forte dell’Annunziata di Ventimiglia, e permetterà di vagliare, appunto,  “le opportunità che possono scaturire da un territorio internazionale, con un’attenzione particolare sul trasporto per i lavoratori frontalieri”.

Una tematica importantissima, quella della mobilità transfrontaliera,  sia in considerazione delle molte miglia di lavoratori italiani che ogni giorno attraversano il confine per recarsi sul posto di lavoro in Francia e soprattutto nel Principato di Monaco. (Si veda a questo proposito: https://monacoitaliamagazine.net/i-frontalieri-liguri-nel-principato-successi-e-priorita-di-chi-varca-ogni-giorno-la-frontiera ) ed anche nell’ottica di un potenziamento in campo turistico.

Infatti, spiegano gli organizzatori “se è vero che è compito degli amministratori migliorare la qualità di vita dei propri concittadini, e Ventimiglia ha migliaia di persone che giornalmente attraversano la frontiera per recarsi sul luogo di lavoro, è altrettanto importante collocare il collegamento Italia-Francia in un ambito meno locale e in un’ottica più vasta, di sviluppo del territorio, anche in chiave turistica”.

La parola a tecnici e politici

L’Amministrazione comunale di Ventimiglia sarà dunque in prima linea su questa tematica insieme a Claudio Bosio, Presidente del Consiglio Sindacale Interregionale (CSIR) Liguria-PACA, a Riccardo Giordano, Presidente di Riviera Trasporti, a Marco Raiteri, del Sindacato per Trenitalia, a Jean-Marc La Page rappresentante SNCF (Ferrovie Francesi), a Charles Pellotieri rappresentante CFDT Provence-Alpes-Côte d’Azur, a Evelyn Niel, rappresentante SNCF/THELLO (il treno che collega direttamente Milano con Nizza e Marsiglia senza cambio a Ventimiglia), a Gianni Berrino assessore al Turismo, Trasporti e Lavoro della Regione Liguria, a Fabio Natta, Presidente della Provincia di Imperia, a Cristiano Gallo, Ambasciatore d’Italia nel Principato di Monaco, a Jean Claude Guibal Sindaco di Mentone, Albert Filippi Sindaco di Sainte-Agnés, Jean-Pierre Vassallo Sindaco di Tenda, a Laurence Navalesi Consigliere Delegato alle Relazioni Transfrontaliere del Comune di Nizza e ai Sindaci del comprensorio intemelio tra cui Giacomo Pallanca di Bordighera, Davide Gibelli di Camporosso, Fausto Molinari di Airole e l’assessore Chiappori di Vallecrosia.

Seguiteci anche su facebook

Monaco Italia Magazine

 

Please follow and like us: