Fabio Lamborghini alla Serata dell’Ambasciata Italiana a Monaco su Ricerca e Design: “Vi Racconto Mio Zio Ferruccio”

Fabio Lamborghini alla serata dell'Ambasciata Italiana a Monaco sulla Ricerca: “Vi Racconto Mio Zio Ferruccio”

La nascita della Lamborghini, emblema della tradizione automobilistica italiana nella sua espressione più alta; gli aneddoti sul mitico Ferruccio Lamborghini (1916-1993) raccontati dal nipote Fabio, e più in generale il rapporto tra design ed innovazione sono stati al centro della serata “Innovazione e Tecnologie oggi” a cura dell’Ambasciata Italiana nel Principato di Monaco, in collaborazione con l’agenzia Communiqué, della scorsa settimana al Fairmont di Monte Carlo.

A prendere la parola dopo il saluto dell’Ambasciatore d’Italia nel Principato di Monaco, Cristiano Gallo, sono stati Gianluca Gottardi, titolare della G&G di Trento e Daniele Fabiani, patron della toscana ArteViva ed infine Fabio Lamborghini (nella foto d’apertura) che ha ripercorso le tappe dell’ascesa del celebre zio, nato a Renazzo, in provincia di Ferrara da una famiglia contadina.

Monte Carlo - Giornata sulla ricerca italiana nel mondo: l'Ambasciatore d'Italia Cristiano Gallo con Daniel Boeri del Consiglio Nazionale (il Parlamento) di Monaco. Ft©arvalens

Giornata sulla Ricerca Italiana nel Mondo: l’Ambasciatore d’Italia nel Principato Cristiano Gallo con Daniel Boeri rappresentante del Consiglio Nazionale (il Parlamento) di Monaco. Ft©arvalens

“Ferruccio Lamborghini tornato dalla guerra doveva trovare un lavoro – ha raccontato il nipote al pubblico intervenuto al Fairmont – non voleva fare l’agricoltore perché non gli piaceva il lavoro della campagna, ed avendo il bernoccolo della meccanica diventò imprenditore. Cercando di aiutare gli agricoltori e ben sapendo quanta fatica si faceva nelle campagne volle inventare un trattore economico, perché quelli che esistevano allora costavano tanto e solo pochi se li potevano permettere. Lui invece volle dare un trattore a tutti”.

Nasce così la Lamborghini trattori che diventa una delle più importanti aziende di macchine agricole in Italia.

“Il suo primo trattore – prosegue il nipote – venne chiamato Carioca. La cosa bella è che queste macchine erano una trasformazione di mezzi militari, parliamo di Jeep, che costavano molto poco ed erano accatastate in officine e un po’ ovunque dopo la guerra. Riuscì a convincere suo papà (che si fece mille volte il segno della croce) a prestargli i soldi e comprò circa 400 Jeep. Da lì iniziò la grande trasformazione. Taglia, cuci, rivernicia e assembla ne uscì un trattore che alla fine di tutto questo lavoro costava circa la metà rispetto agli altri”.

La supercar di Lamborghini e la competizione con Ferrari

Ma il geniale italiano non si accontenta del successo ottenuto. “Ferruccio Lamborghini aveva la passione per le automobili – continua il nipote Fabio – tanto è vero che nel dopo guerra aveva trasformato, potenziando motore e carrozzeria, la sua Fiat Topolino, macchina che faceva 60 chilometri all’ora, in un’auto che andava a 130 chilometri all’ora. Avendo raggiunto il benessere economico grazie alla sua azienda, comincia a comprare per sé Alfa Romeo, Jaguar, Aston Martin, Maserati e nel 1962  il modello di punta, della Ferrari, la 250 GT. Ma poiché aveva la frizione debole decide di provare a risolvere questo problema e la sostituisce con la frizione di un trattore Carioca, più robusta. La frizione regge quindi il problema è risolto brillantemente”.

Da lì alla creazione della propria auto di lusso il passo è breve ed il 26 ottobre dello stesso anno nasce la Lamborghini 350 GT, prima nata della casa automobilistica italiana.

Sulla vita di Ferruccio Lamborghini si veda:

https://it.wikipedia.org/wiki/Ferruccio_Lamborghini

Su alcune recenti iniziative dell’Ambasciata Italiana nel Principato di Monaco si veda:

https://monacoitaliamagazine.net/donne-allopera-serata-musicale-ambasciata-italiana-8-marzo

https://monacoitaliamagazine.net/tre-protagonisti-del-cinema-monte-carlo-inaugurazione-della-settimana-della-lingua-e-della-cultura-italiana-nel-mondo

https://monacoitaliamagazine.net/premio-campiello-monte-carlo

 

Seguiteci anche su facebook

Monaco Italia Magazine

 

Please follow and like us:
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial

Enjoy this blog? Please spread the word :)