Ricette della Tradizione: Minestrone alla Genovese con Pesto e Brichetti

Seguici sui social network

Genova Palazzo Rosso: la cuoca di Bernardo Strozzi detto il Cappuccino (Genova, 1581/1582 - Venezia, 1644)
Genova Palazzo Rosso: "La Cuoca" di Bernardo Strozzi detto il Cappuccino (Genova, 1581/1582 - Venezia, 1644).

Mentre freddo intenso, piogge e neve caratterizzano le condizioni meteo di questi giorni, un piatto fumante di minestrone alla genovese con verdure, legumi e pesto è una ricetta particolarmemente indicata, oltreché facile da realizzare, vegetariana e salutare (anche se il minestrone è un piatto che si adatta a tutte le stagioni poiché lo si può mangiare anche tiepido o a temperatura ambiente). Il pesto poi dà un inimitabile tocco alla “zeneize”.

Ecco la ricetta antica (della quale però esistono alcune varianti) del “minestrone genovese al pesto con brichetti”.

La cucina tradizionale genovese e ligure privilegia spesso prodotti dell’orto, verdure di stagione e legumi. Sull’argomento si veda:  https://it.wikipedia.org/wiki/Cucina_ligure

I brichetti o bricchetti (il nome deriva dal brichetto, in genovese fiammifero, poiché questa qualità di pasta ha una forma sottile e allungata) oltre ad essere l’abbinamento classico tengono bene la cottura.

Si possono trovare ancora in vendita anche se c’è chi però oggi preferisce sostituirli con altre paste indicate per i minestroni.

Gli Ingredienti del Minestrone alla Genovese con Pesto e Brichetti

300 grammi di fagiolini verdi;

4 patate di medie dimensioni;

100 grammi di fagioli cannellini già lessati;

1 tazza di pomodori pelati;

250 grammi di brichetti;

5 cucchiai di pesto;

sale.

La Preparazione

Portate ad ebollizione un litro d’acqua salata. Appena bolle aggiungete i fagiolini spezzati (a pezzi grossi). Unite le patate sbucciate e tagliate a pezzi. Coprite e fate bollire per 10 minuti. Unite quindi i pomodori ed i fagioli e fate cuocere per altri 10 minuti col coperchio.

Aggiungete quindi la pasta (se occorre aggiungete altra acqua calda) e fatela cuocere senza coperchio.

Toglietela quando è ancora al dente poiché, anche a fuoco spento, continuerà per un poco la cottura. Poco prima di levare dal fuoco, aggiungete il pesto e mescolate bene.

Servite, per chi lo gradisce, con una buona spolverata di parmigiano.

Seguiteci anche su facebook

Monaco Italia Magazine

Please follow and like us: